Santo Stefano in Aspromonte, sfregio all’antimafia nel cortile di una scuola: “grave barbarie”

stele Falcone, Borsellino e Scopelliti (1)“Il Coordinamento nazionale antimafia Riferimenti, denunzia il grave atto di barbarie compiuto nella notte all’interno dell’Istituto scolastico di Santo Stefano d’Aspromonte ai danni della stele intitolata ai giudici antimafia Falcone, Borsellino, Scopelliti. La stele era stata inaugurata lo scorso 23 maggio dalla passata amministrazione comunale, nell’anniversario della strage di Capaci”. Lo afferma in una nota Adriana Musella, Presidente Coordinamento antimafia Riferimenti.

L’atto perpetrato in sfregio alla memoria e al valore dell’impegno antimafia deve ritenersi ancor piu’ grave perche’ consumato all’interno di un istituto scolastico. Il Coordinamento Riferimenti attenziona alle autorita’ competenti uno strano clima che si respira nella cittadina aspromontana dove nello spazio di pochi mesi la comunita’ di recupero Exodus viene sfrattata  dalla nuova Amministrazione comunale dopo ben 25 anni parte dei consiglieri comunali e’ dimissionaria e una stele alla memoria antimafia del nostro  Paese distrutta all’interno di un plesso scolastico. Alla luce di tutto cio’ il Coordinamento chiede un attenta verifica del risultato elettorale“.