Reggio, Nino Cosentino eletto Presidente della Lega Nazionale Dilettanti

Lega Nazionale Dilettanti    (1)Un calabrese esperto e competente a capo della Lega Nazionale Dilettanti della FIGC, un bene per lo sport e in particolare per il nostro calcio”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della Provincia, Giovanni Verduci, presente a Roma oggi all’Assemblea straordinaria elettiva della Lega Nazionale dilettanti, a conclusione della quale è stato eletto presidente il professore Nino Cosentino. “Cosentino – aggiunge poi Verduci – già vicepresidente della LND e presidente del Comitato regionale calabrese, esperto di settore giovanile e femminile, premiato per il suo impegno con le massime onorificenze sportive, saprà guidare, fino alla scadenza del quadriennio olimpico 2012/2016, l’importante Lega della FIGC con l’attenzione, la sensibilità e la lungimiranza che hanno sempre contraddistinto il suo operato”.

Con il Presidente abbiamo da tempo avviato un proficuLega Nazionale Dilettanti    (3)o rapporto di collaborazione volto alla promozione dei sani valori dello sport. Adesso concretizzeremo questa attività con iniziative sul territorio calabrese. A Reggio Calabria, nei prossimi mesi, è già in programma un importante convegno che, grazie alla collaborazione delle associazioni locali, consentirà di fare il punto sul ruolo dei settori giovanili e, più in generale, sul ruolo sociale assunto dal calcio nelle zone di periferia”. L’Amministrazione provinciale – conclude quindi il vicepresidente – sempre attenta alle istanze che giungono dalle associazioni sportive, nell’augurare buon lavoro al Presidente Nino Cosentino, continuerà a manterrà l’impegno già assunto dal Presidente Giuseppe Raffa e diretto a sostenere con convinzione lo sport quale elemento di politica sociale della Città Metropolitana di Reggio Calabria”. Il Vicepresidente Giovanni Verduci ha omaggiato il Presidente Nino Cosentino con una ceramica realizzata per l’occasione dall’artista reggina Aurelia Nania e raffigurante il logo della Lega Nazionale Dilettanti.