Reggio, Nicolò: “ai Riuniti deve essere rafforzata rafforzata la postazione di polizia”

ospedali riuniti“L’aggressione perpetrata ai danni del dott. Francesco Scordino – dichiara il capogruppo di Forza Italia alla Regione, Alessandro Nicolò costituisce l’ultimo gravissimo episodio di una lunga serie di riprovevoli gesti di violenza consumati all’interno del presidio ospedaliero dei Riuniti. Si vuol forse attendere l’irreparabile, per vedere rirpistinata e rafforzata la postazione di polizia in seno al nosocomio reggino?” – si domanda Nicolò. “La situazione non e’ piu’ sostenibile. Medici ed operatori sanitari sono costantemente chiamati a fronteggiare atti di intimidazione e vessazioni che ostacolano il sereno adempimento della professione sanitaria. I livelli di litigiosita’ nelle postazioni di pronto soccorso e nelle corsie degli ospedali della regione – evidenzia Alessandro Nicolo’ – hanno raggiunto dimensioni intollerabili, alimentati anche dal numero insufficiente di personale sanitario che deve gestire abnormi carichi di lavoro e sostenere turni pesantissimi. Chiedo pertanto vengano immediatamente approntate le necessarie misure di sicurezza – come reclamiamo ormai da quattro anni – affinché sia garantita la tutela dell’integrità fisica del personale sanitario. Ai medici Amodeo, Pennisi, Costarella, Topa, Nucera e, da ultimo, al dott. Scordino – tutti stimatissimi professionisti -, conclude Alessandro Nicolo’ – rinnovo la mia solidarietà per l’aggressione subita così come a tutti i sanitari e al personale paramedico che continuano, pur in condizioni inaccettabili, ad adempiere al loro impegno professionale con serietà ed abnegazione”.