Reggio, Larizza (Cisl): “quale futuro per i lavoratori dell’igiene ambiente?”

Cisl-Sicilia“Per i lavoratori dell’ Igiene Ambiente oggi dipendenti AVR spa, sulla garanzia dei livelli occupazionali e applicazione del CCNL di settore anche in previsione del nuovo bando di gara, il Comune di Reggio Calabria ad oggi ha scelto una posizione attendista. La FIT CIS -scrive in una nota Giuseppe Larizza, segretario Generale Fit Cisl Reggio- già in data 29.05.2015, rappresentava la propria contrarietà alla decisione di AVR spa di applicare il CCNL Servizi Integrati/Multiservizi alle 35 unità lavorative da assumere a seguito procedura di selezione mediante bando, per integrare l’Organico degli addetti impiegati nel Servizio di Igiene Urbana del Comune di Reggio Calabria. A tale opposizione -prosegue- AVR ha replicato in modo inadeguato e generico, travisando quanto specificato nella nota sopracitata e convocando le OO.SS. per l’08.06.2015. In data 08.06.2015, all’Amministratore dell’A.V.R. dott. Claudio Nardecchia, abbiamo ulteriormente precisato e ribadito in modo chiaro la nostra posizione. Poiché però il verbale dell’incontro non è stato sottoscritto dall’Azienda, abbiamo inviato una nota il 19 Giugno 2015 al Committente Comune di Reggio Calabria – aggiunge- e per conoscenza all’Assessore all’Ambiente per puntualizzare e ribadire che fermo restando la positività del bando per l’assunzione di n° 35 unità lavorative, restiamo contrari alla decisione che venga applicato il CCNL Multiservizi a lavoratori da utilizzare nell’attività di igiene urbana del Comune di Reggio Calabria. Contrarietà fondata su principi di carattere etico, giuridico e sindacale. Nell’interesse dei lavoratori del comparto igiene ambientale abbiamo richiesto la giusta applicazione del CCNL di riferimento che è quello “Fise Asso Ambiente” per evitare condizioni di dumping contrattuale tra lavoratori che svolgono la stessa attività, ma con contratto diverso e non attinente all’attività di fatto svolta. Abbiamo inutilmente richiesto e sollecitato l’intervento del Comune quale soggetto committente affinchè intervenisse a salvaguardia degli interessi dei lavoratori garantendo la coerente applicazione del CCNL di riferimento già applicato per i lavoratori attualmente dipendenti dell’AVR. Inoltre -ribadisce- considerato che occorre procedere a un nuovo bando di gara dei servizi di igiene urbana abbiamo richiesto senza avere alcuna risposta il coinvolgimento delle OO.SS. prima della pubblicazione dello stesso, per prevedere le garanzie per il mantenimento della forza lavoro attualmente impiegata e il rispetto del CCNL di settore. In questa vicenda ci aspettavamo una presa di posizione del Sindaco ed un sollecito incontro, per poter prevenire eventuali ripercussioni sulle garanzie reddituali ed occupazionali dei lavoratori. Nonostante un interlocuzione informale con la nostra segreteria FIT CISL e le rassicurazioni verbali da parte del sig. Sindaco che aveva promesso una immediata convocazione che, ad oggi non è pervenuta. E’ giusto che i lavoratori siano informati in modo chiaro ed inequivocabile e domani eventualmente possano attribuire le responsabilità a chi non ha inteso intervenire per tempo”, conclude.