Reggio, i consiglieri di opposizione: “accogliamo positivamente la proposta di visita presso l’Ospedale Bianchi-Melacrino-Morelli”

ospedale morelli reggioAccogliamo positivamente la proposta del Consigliere Misefari di visita presso l’Ospedale “Bianchi-Melacrino-Morelli” di  Reggio Calabria. Si tratta, infatti, di una iniziativa che trova le proprie origini nel percorso tracciato nelle commissioni consiliari competenti già nel mese di marzo dal capogruppo Area Popolare – Nuovo Centrodestra Pasquale Imbalzano, nonché sostenuta da tutta la minoranza consiliare. Proposta questa che ha incontrato il giusto riconoscimento nella lodevole attività dell’Onorevole Francesco Cannizzaro che, coinvolgendo tutte le parti politiche, ha permesso un confronto a più voci con i vertici del nosocomio reggino già nella giornata dello scorso 20 ottobre”, scrivono in una nota Lucio Dattola, Mary Caracciolo di  Forza Italia, Massimo Ripepi di Forza Italia, Pasquale Imbalzano di Area Popolare NCD, Luigi Dattola di Area Popolare NCD, Antonino Maiolino di Reggio Futura, Antonino Matalone di Reggio Futura, Giuseppe D’Ascoli di Reggio Futura. “In tali temi è opportuno mettere da parte i colori politici e puntare al rilancio invece di un’azienda che dovrebbe rappresentare un’eccellenza reggina in termini di qualità dei servizi, come lo era in un passato non troppo lontano. Ed è per questo – proseguono-che i consiglieri di centrodestra di Palazzo San Giorgio hanno depositato già dallo scorso febbraio una richiesta di convocazione di Consiglio Comunale ad hoc, a prima firma dei Consiglieri Ripepi e D’Ascoli, proprio con riferimento alla sanità e alla nostra azienda ospedaliera reggina, convinti della necessità di trattare una tematica di grande importanza, che soffre di varie criticità e merita un’attenta analisi e riflessione. Non possiamo che accogliere positivamente quindi la volontà di visitare gli OO.RR. da parte di una delegazione quale azione propedeutica ad un successivo e strutturato dibattito. Avremmo voluto trattare già da tempo tale tematica -aggiungono- come dimostrano le diverse sollecitazioni sia scritte sia orali rivolte al Consiglio Comunale, ma il muro di gomma alzato della muscolare maggioranza di centrosinistra che governa la Città dimostra la volontà preconcetta a non voler accettare le proposte della minoranza se non prima modificate e lanciate in rete mediante un “post” o un “tweet”. Auspichiamo che nel proseguo imparino a liberarsi dalle tessere di partito o dalle imposizioni di coalizione e accolgano così le iniziative di una minoranza responsabile che difende gli interessi della Città. Reggio Calabria non può attendere le inutili liturgie della politica, ma è sono le istituzioni politiche a dover servire le istanze e le necessità dei cittadini”, concludono