Reggio, furto notturno in un noto esercizio commerciale. L’appello della proprietaria: “non mi sento sicura”

lucchetti rottiNella notte tra martedì 13 e mercoledì 14 ottobre a Reggio Calabria s’è verificato l’ennesimo episodio increscioso che raccontiamo grazie alla testimonianza della giovane M. C. : “Nell’azienda di famiglia, un noto esercizio commerciale di macchine agricole sito a Pellaro, come ogni mattina ci siamo apprestati ad aprire i cancelli e abbiamo trovato l’amara sorpresa:dei ladri nella notte si sono introdotti in magazzino facendo razzia di motozappe, motoseghe, chiavi da lavoro e altro materiale di non poco valore economico, in più il cane da guardia, di solito molto aggressivo e sempre pronto ad abbaiare, sarà stato sicuramente addormentato con quale sedativo e rinchiuso nella sua recinzione interna al magazzino affinché i ladri indisturbati potessero portare via le cose a loro interessate. Bene, non è la prima volta che accadono episodi di furto nella nostra attività, vorrei rivolgere un appello tramite StrettoWeb affinché le forze dell’ordine ma anche i cittadini stessi capiscano come questa città ha bisogno di più protezione e si apprestino a difendersi con sistemi di allarme, li dove viene violata la privacy dentro casa o nel proprio esercizio commerciale non ci sente più sicuri nemmeno di far due passi fuori in nessun orario. Come si può continuare a farsi rubare dentro casa, nel posto di lavoro e magari anche dentro la macchina senza che chi di dovere non aiuti il cittadino? Perché colpire chi lavora onestamente? Guai a far legittima difesa, è più facile che vada sbattuto dentro il derubato che il ladro. Sono una giovane ragazza e non mi sento sicura nella mia città. Distinti saluti. M.C.