Reggio, Crea: “scuola materna di Lazzaro, soldi pubblici male impiegati” [FOTO]

Scuola materna Lazzaro (1)“Non viene fuori la documentazione relativa all’agibilità delle scuole di Motta e Lazzaro sebbene sia stata più volte sollecitata al Dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Motta San Giovanni. E’ necessario interessare il Ministro della Pubblica Istruzione e il Ministro della Sanità. Intanto presso la scuola materna di Lazzaro a distanza di pochi mesi dall’ultimazione dei lavori e dalla sua riapertura si registrano gravi difetti lungo la facciata esterna. Invero in diversi punti si è staccato il tonachino, altre porzioni sono pronte a sfaldarsi, probabilmente perché i lavori non sarebbero stati eseguiti a “regola d’arte” nel restauro della muratura di tamponamento esistente e che presentava naturalmente le stesse problematiche (lesioni che dovrebbero essere trattate con l’impiego di rete). Sulla facciata lato mare soprattutto nei punti ammalorati si notano delle macchie probabilmente di umidità” scrive in una nota Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic Onlus. “E’ stata certificata l’avvenuta prosciugatura dei muri e della salubrità degli ambienti? Onde evitare l’aggravio di risorse pubbliche -prosegue- sarebbe opportuno prima di iniziare i lavori eseguire delle perizie per accertarne le cause, verificando la qualità dei materiali impiegati oltreché eventuali deficienze strutturali derivanti da una cattiva posa in opera e la conseguente degenerazione dell’intonaco. Il distacco -aggiunge- se pur parziale, dello strato di intonaco potrebbe compromettere l’intera superficie e quindi inevitabilmente ridurre il confort abitativo dei locali per la riduzione dello strato coibente. Lo stato iniziale di degrado raggiunto in così breve tempo dall’epidermide della struttura muraria pone profonde riflessioni e interrogativi”, conclude.