Reggio, assunzione di personale al Bianchi Melacrino Morelli: la soddisfazione della Cisl

osp-morelli3Le CISL FP e FIALS ed i segretari Giordano e Ferraro esprimono “soddisfazione per l’avvio delle procedure assunzionali inerenti l’Azienda Ospedaliera “BMM” di Reggio Calabria. In particolare quelle previste per la cardiochirurgia, che potrà adesso dotarsi della figura del direttore, attraverso l’avviso pubblico e di ulteriori 44 unità, attraverso la procedura di mobilità. Si conclude un capitolo, quindi, inseguito da anni, troppi anni, da forze sociali e cittadini, rimuovendo gli ultimi ostacoli all’apertura di una Divisione già strutturata ed organizzata dal punto di vista tecnico/funzionale e in attesa solo di adeguate figure professionali che dessero il click d’avvio”. CISL FP e FIALS hanno “da sempre lavorato in silenzio, lontano dai clamori mediatici e dalle passerelle televisive, in sinergia con l’Amministrazione guidata dal dott. Benedetto per il raggiungimento di tale obiettivo. Ma la dotazione organica dei Riuniti sarà incrementata da ulteriori figure sanitarie, con numerose assunzioni, alcune già effettuate ed altre in itinere, riguardanti 30 Operatori Socio Sanitari, figura fondamentale di supporto al personale infermieristico, 30 infermieri a tempo determinato nonché 12 tecnici di radiologia e ulteriori 10 infermieri, la cui assunzione con la procedura di mobilità è in dirittura d’arrivo. Più di 120 assunzioni ex novo, dunque, cui vanno ad aggiungersi le decine di stabilizzazioni dei medici vincitori di concorsi bloccati da 5 anni dal Piano di rientro. Giorno 19 ottobre, inoltre, a Catanzaro le Organizzazioni Sindacali dovrebbero firmare l’accordo sulla stabilizzazione dei precari all’Azienda ospedaliera, mettendo finalmente la parola fine ad un altro capitolo che ha tenuto per anni in una condizione di incertezza lavorativa 38 infermieri e un’ostetrica. L’intera operazione dimostra che dalla sinergia tra sindacato e Amministrazione non possono che derivare risultati positivi per tutti. Per i livelli occupazionali del territorio, per l’efficienza e la funzionalità dell’Azienda, che potrà vantare adesso di nuove risorse umane e soprattutto per un’adeguata assistenza ai cittadini reggini, che in maniera sempre più pressante sentono il bisogno di curarsi a casa propria”. L’obiettivo di CISL FP e FIALS non è “solo quello di raggiungere livelli sanitari di eccellenza ma anche di risparmiare i 270 milioni di euro che il Servizio Sanitario Regionale ancora oggi è costretto a spendere in mobilità passiva per le cure fuori Regione”. E’ un passo importante che le Organizzazioni Sindacali CISL FP e FIALS auspicano “si possa raggiungere anche all’ASP di Reggio Calabria, bloccata ormai da oltre un mese a causa della mancata nomina dei vertici aziendali. Certamente con le assunzioni di questi ultimi 6 mesi non sono state risolte le numerose criticità ancora esistenti ai Riuniti ed al Morelli ma sicuramente sono state poste le basi per un miglioramento quali-quantitativo delle prestazioni sanitarie offerte all’intera cittadinanza”. CISL FP e FIALS auspicano, infine, che “questa stagione di confronto e collaborazione con l’Azienda guidata dal dott. Frank Benedetto possa proseguire, continuando a produrre effetti positivi nel supremo interesse dei lavoratori ma soprattutto dei cittadini”.