Reggio, Antonio Fazio sul comandante dei vigili: “per quali motivi il Sindaco ha estromesso Crupi?”

Antonio Fazio“Credo fermamente che ricoprire un incarico istituzionale, soprattutto in territori sensibili come il nostro, necessiti di un modus operandi attento e oculato, specie in quei settori che per definizione devono essere contraddistinti da trasparenza e legalità: il riferimento immediato è alla vicenda della nomina del Comandante della Polizia Municipale di Reggio Calabria. Il Corpo Municipale rappresenta il biglietto da visita di una città, il “trait d’union” tra il palazzo comunale ed i cittadini, pertanto ritengo che questi ultimi debbano essere correttamente informati su quanto stia accadendo. Andando ad analizzare il susseguirsi delle vicende che hanno portato all’avvicendamento dei vari Comandanti nominati dal sindaco Falcomatà, salta subito agli occhi la scarsa chiarezza della condotta dei nostri amministratori nelle procedure di designazione” scrive in una nota Antonino Carlo Fazio, responsabile legalità e sicurezza del movimento Reggio Futura.

Il comandante Domenico Crupi

Il comandante Domenico Crupi

“Dando per assunta la professionalità di ciascuno dei nominati -prosegue- l’interrogativo che si pone è il seguente: per quale motivo, pur disponendo dopo l’improvvisa scomparsa del colonnello Cosimo Giuseppe Fazio, uomo dalle grandi doti umane e professionali, da sempre impegnato nella lotta alla ‘ndrangheta, di un nuovo comandante identificato già dalla triade commissariale nella persona del dott. Domenico Crupi, il sindaco Falcomatà ha deciso di estrometterlo dall’incarico andando alla ricerca disperata di sostituti che poco dopo il loro insediamento si sono visti costretti a rinunciare all’incarico?? Il caso del dott. Rocco Romeo -aggiunge- anch’egli uomo delle istituzioni e valente professionista, è l’ennesima riprova dell’instabilità di questa giunta. Il totonomi sul prossimo comandante sta assumendo contorni grotteschi e se non fossero i cittadini a pagare lo scotto di queste manovre di palazzo, non staremmo neanche qui a discuterne: la città ha bisogno che vengano garantiti sicurezza, ordine, legalità… i cardini della democrazia, insomma! E invece, cosa fa il nostro primo cittadino? Cerca -ribadisce Fazio- di non scontentare il suo amato cognato Naccari Carlizzi e la cara sorella Valeria che certamente non accoglierebbero con entusiasmo la nomina del comandante Crupi, reo di aver  indagato su di loro per la vergognosa vicenda del concorso agli ospedali riuniti e di esser riuscito a portare numerosi elementi di prova tali da determinare il loro rinvio a giudizio! Dovrebbe essere noto al sindaco che per ragioni di spending review e in vista dell’imminente nascita della città metropolitana, l’operazione più ovvia e conveniente per la comunità sarebbe quella di indicare il dott. Crupi quale nuovo comandante dei Vigili Urbani, senza dunque imporre all’ente costi aggiuntivi. Darebbe finalmente prova della sua capacità amministrativa – conclude- e non verrebbe più considerato come colui che  antepone gli interessi di amici e familiari a quelli della comunità che ha l’onore di rappresentare”.