Reggio, al Tempietto il nuovo laboratorio per sviluppare nuove tecnologie sulle energie rinnovabili [FOTO]

lavori tempietto (1)Nel nostro articolo “Reggio: a buon punto i lavori del Natural Ocean Engineering Laboratory” pubblicato il 9 ottobre scorso, abbiamo erroneamente attribuito i lavori alla realizzazione di un laboratorio della Mediterranea già esistente. Invece, si tratta della realizzazione di nuovo laboratorio finalizzato allo studio e sviluppo di tecnologie innovative per lo sfruttamento delle energie rinnovabili.

Nello sviluppo del processo progettuale hanno avuto un ruolo determinante il finanziamento di  tre  progetti di ricerca finanziati alla Mediterranea nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 che rappresenta lo strumento attraverso il quale l’Italia contribuisce allo sviluppo della Politica di Coesione della Unione europea a favore delle proprie aree territoriali più svantaggiate; e del Piano di Azione e Coesione che l’Italia ha definito nel corso del 2012 con l’obiettivo di rendere alcune azioni più coerenti e funzionali alle esigenze sociali indotte dalla situazione di crisi economica in atto.

Tali tre progetti hanno infatti, come area tematica comune, lo sviluppo sostenibile di sistemi alimentati da fonti energetiche rinnovabili. Essi sono:

1)      Progetto PONa3_00308 – GELMINCAL (2011-2014) – Responsabile: Prof. Francesco Della Corte.

Il progetto denominato Gelmincal “Generatore Eolico a Levitazione Magnetica in Calabria” è stato presentato dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria unitamente al Consorzio Interuniversitario di Ricerca Me.S.E. In particolare, le attività di ricerca che afferiranno al nuovo lab. sono quelle relative alle misure e al monitoraggio delle prestazioni di impianti di produzione di energia elettrica da risorse rinnovabili.

2)      Progetto PON03PE_000122 RENEW (2014-2016) – Responsabile: Prof. Claudio De Capua.

E’ un’Aggregazione di soggetti capaci di concentrare un alto contenuto tecnologico nell’ambito della produzione di energia da fonti rinnovabili e valorizzazione energetica attraverso la sinergia di risorse e competenze locali, come Imprese, Università e Consorzi di Ricerca. L’obiettivo primario di RENEW è il consolidamento competitivo del territorio regionale per lo sviluppo ed il trasferimento delle conoscenze scientifiche e tecnologiche riguardanti l’uso e l’integrazione nelle reti elettriche di tecnologie avanzate per la generazione di energia, attraverso lo  studio e la certificazione di prodotti esistenti e/o lo sviluppo di soluzioni innovative nei settori eolico, idroelettrico, fotovoltaico e biomasse.

3)      Progetto PON03PE_00012_1  “Marine Energy Lab.” MEL (2014-2016) – Responsabile: Prof. Pasquale Fabio Filianoti.

Anche il MEL, al pari di RENEW è una Aggregazione Pubblico Privata finalizzata alla creazione di un laboratorio che possa diventare centro di eccellenza nelle aree di ricerca e formazione sul tema di frontiera della generazione di energia elettrica.

L’obiettivo del Marine  Energy  Laboratory,  in  estrema  sintesi,  è quello di realizzare ricerca su impianti eolici offshore di nuova concezione, basati su tecnologie di derivazione aeronautica, sviluppate insieme al Politecnico di Bari e al partner industriale GE AVIO di recente approdato nella famiglia del colosso mondiale dell’energia General Electric.