Reggio, a Palazzo San Giorgio vertice sull’erosione costiera [FOTO]

A Palazzo San Giorgio vertice sull’erosione costiera. Falcomatà e Marino: “intervento immediato su Bocale, poi via al progetto regionale per la messa in sicurezza di tutta la periferia sud”

erosione2 (2)Un intervento immediato e urgente da parte del Comune per la messa in sicurezza dell’area costiera dell’estrema periferia sud di Reggio Calabria interessata nelle scorse settimane da pesanti mareggiate. È questo l’esito dell’incontro, tenutosi nella giornata di venerdì a Palazzo San Giorgio, dedicato al fenomeno dell’erosione costiera nel territorio urbano. Alla riunione erano presenti il Sindaco Giuseppe Falcomatà, l’Assessore alle Politiche Comunitarie Giuseppe Marino, l’Assessore ai Lavori Pubblici Angela Marcianò, il Presidente della Commissione Urbanistica del Comune Giuseppe Sera, il Direttore marittimo della Calabria e della Basilicata tirrenica Andrea Agostinelli, il Dirigente dell’Autorità di Bacino regionale Salvatore Siviglia, il vicepresidente della Provincia Giovanni Verduci e il Dirigente del Settore Difesa del Suolo e Salvaguardia delle coste Giuseppe Mezzatesta. L’incontro è servito ad analizzare i rischi derivanti dal fenomeno dell’erosione costiera nella periferia sud di Reggio. Ad illustrare la situazione, che nelle ultime settimane ha raggiunto un nuovo livello di criticità, è stato l’Assessore alle Politiche Comunitarie Giuseppe Marino, che ha evidenziato la necessità di un intervento urgente per la messa in sicurezza dell’area. «Siamo di fronte ad una vera e propria emergenza – ha dichiarato Marino – è necessario un intervento urgente per la messa in sicurezza della zona e subito dopo l’avvio del progetto complessivo di riqualificazione dell’area costiera nella periferia sud della città».

Un invito prontamente raccolto dal Sindaco Giuerosione2 (1)seppe Falcomatà che ha ordinato immediata esecutività dei lavori per la sistemazione dell’area, soprattutto a tutela delle abitazioni e della strada costiera. Il Capitano Agostinelli ha poi ribadito l’importanza di verificare tutti gli interventi alla luce della normativa sulla valutazione di impatto ambientale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente costiero. Assicurato l’intervento immediato, che sarà avviato a breve, il Sindaco e gli Assessori hanno rappresentato al Dirigente dell’Autorità di bacino regionale la necessità di accelerare l’iter burocratico per la consegna dei lavori previsti nell’ambito del progetto regionale per la messa in sicurezza del litorale tra Bocale e Punta Pellaro, per una spesa complessiva di 2 milioni e 500 mila euro, già finanziati con fondi Cipe. Un progetto che risolverebbe in maniera definitiva l’annosa problematica dell’erosione costiera nella periferia sud della Città. «Il tema va affrontato con estrema urgenza - ha dichiarato al termine dell’incontro il Sindaco Falcomatà – abbiamo chiesto alla Regione di velocizzare l’iter per l’avvio dei lavori perché riteniamo che l’area sud del territorio urbano sia uno dei punti più qualificanti dell’intero frontemare cittadino. La nostra idea di città, rappresentata negli ultimi giorni anche al Governo nazionale nell’ambito degli incontri programmati per i Patti per il Sud, è quella di far recuperare alla città il suo rapporto con il mare, soprattutto in un’ottica di servizi e di sviluppo turistico. Dopo la sistemazione del Lungomare di Gallico e gli altri interventi programmati sul litorale, la riqualificazione dell’area costiera della zona sud della città va esattamente in questa direzione. È importante muoversi con celerità ed evitare che la burocrazia rallenti l’idea di sviluppo che abbiamo avviato per il rilancio delle periferie cittadine».