Ragusa: truffava i malati, sequestro per 150mila euro ad avvocato palermitano

Due soggetti sono accusati di aver truffato dei malati ragusani affetti da diverse patologie derivanti da trasfusioni del sangue

Polizia di StatoLa Squadra Mobile della polizia di Stato di Ragusa, nell’ambito dell’operazione “Parcelle”, ha sequestrato oltre 150mila euro ad un avvocato di Palermo e ad un suo collaboratore: i due sono accusati di aver truffato dei malati ragusani affetti da diverse patologie derivanti da trasfusioni del sangue. Le vittime si erano rivolte ai legali in quanto “esperti” nel settore degli indennizzi e risarcimenti previsti dalla Legge 210/1992, ma i due professionisti avrebbero richiesto come parcella somme di denaro per gestire le pratiche con diverse scuse del tutto inventate. Gli indagati hanno agito direttamente sulla psiche delle persone ingannate, approfittando inoltre della condizione di debolezza e di bisogno delle persone offese.

Al termine delle indagini, sono stati raccolti gravi indizi a carico di D.M avvocato palermitano di 44 anni e B.L sedicente avvocato palermitano di 48 anni per truffa aggravata continuata in concorso. Lo studio legale interessato e’ di Palermo, ma aveva dimostrato di intervenire anche su Ragusa senza alcun problema di distanze.