Palermo: chiedevano il pizzo agli ambulanti Termini Imerese, 2 arresti

Pietro Mantia ed il figlio Salvatore sono stati condotti nel carcere di Termini Imerese

CarabinieriPadre e figlio sono stati arrestati a Termini Imerese con l’accusa di estorsione ai danni di un venditore ambulante e del suo datore di lavoro. I carabinieri del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto Pietro Mantia, 56 anni, e Salvatore, 25 anni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia in carcere, per concorso in estorsione. Da settembre a ottobre sono stati sei gli episodi estorsivi ai danni delle vittime, costrette ogni venerdi’ a consegnare 100 euro, dietro la minaccia di aggressioni e danneggiamenti. “Mi ha ammazzato questa giornata, nudo sono rimasto”, aveva detto in un’occasione il commerciante. “Siete i padroni, ma tutti i giorni no pero’”, era stato in un’altra lo sfogo. Inoltre e’ stato costretto in diverse occasioni a consegnare presso il domicilio dei Mantia frutta e ortaggi gratis. Padre e figlio sono stati condotti nel carcere di Termini Imerese.