‘Ndrangheta: operazione “Hydra” in Lazio e Lombardia, 6 arresti nella cosca Mancuso

Ben 17 indagati, ai quali vengono contestati i reati di usura, abusiva attività finanziaria, intestazione fittizia di beni e riciclaggio di denaro di provenienza illecita, aggravati dalle modalità mafiose, in quanto legati alla cosca Mancuso di Limbadi (Vibo Valentia)

guardia-di-finanza

Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale e del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Roma stanno eseguendo n. 6 ordinanze di custodia cautelare tra Roma e Bergamo e ed effettuando il sequestro di immobili, società e conti correnti per un valore complessivo di oltre 5 milioni di euro, contestando a 17 indagati i reati di usura, abusiva attività finanziaria, intestazione fittizia di beni e riciclaggio di denaro di provenienza illecita, aggravati dalle modalità mafiose, in quanto legati alla cosca MANCUSO di Limbadi (VV). Oltre 20 le perquisizioni in corso a Roma e nelle province di Bergamo, Catanzaro e Vibo Valentia. Sequestri anche in Svizzera e negli Stati Uniti. I dettagli dell’operazione “HYDRA” saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà in data odierna, alle ore 11:00 presso il Nucleo Polizia Tributaria di Roma, alla presenza del Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma, Dott. Michele Prestipino Giarritta.