Nasce Botteghe Digitali, il reality dedicato al made in Italy

La sede della Banca d'Italia, Palazzo Koch, oggi 21 ottobre a Roma.ANSA/ALESSANDRO DI MEOUn reality sul web nel quale imprenditori, esperti di marketing e social media, specialisti di banca e di finanza aiutano le aziende che producono eccellenze del made in Italy a diventare un’impresa proiettata nel futuro digitale. Il nuovo format video, nel quale si racconteranno via via i percorsi delle aziende, si chiama ‘Botteghe digitali’ e sarà ospitato on line sul sito www.fareimpresafuturo.it . Il progetto nasce da un’idea del professore di Economia e gestione delle imprese all’Università Ca’ Foscari Stefano Micelli, in collaborazione con Marketing Arena e Banca Ifis, l’istituto che supporta finanziariamente le piccole e medie imprese italiane. Sono stati già creati i profili social di Fare Impresa Futuro su Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram e YouTube. Nelle pagine viene e, soprattutto, verrà raccontato il progetto e il suo evolversi. Intanto, è già disponibile un’anticipazione della prima puntata di ‘Botteghe Digitali’.“Da banca che sostiene da oltre trent’anni le esigenze finanziarie delle piccole, medie e micro imprese del territorio, vediamo che le realtà di eccellenza del nostro Paese hanno timore nell’affrontare quel salto quantico che è l’evoluzione digitale e tecnologica dell’azienda stessa”, spiega all’Adnkronos l’amministratore delegato di Banca Ifis Giovanni Bossi.

“Con ‘Botteghe Digitali’ vogliamo dare un aiuto concretbancao alle imprese che faranno parte del progetto, e non solo sulla digitalizzazione: spesso – dice Bossi - c’è bisogno di informazione anche su temi basilari, ovvero qual è lo strumento finanziario più adatto alle esigenze dell’azienda, o come comporre un piano di business sostenibile. Per questo nella squadra di professionisti che metteremo a disposizione delle imprese selezionate rientrano business strategist, professionisti del credito e specialisti di web, marketing e comunicazione: una task force – continua – che avrà mandato di supportare l’artigiano nell’evoluzione del suo mestiere, trasformazione necessaria per continuare ad essere un’azienda virtuosa, cioè profittevole, in un contesto esterno che cambia sempre più velocemente”. “Crediamo – conclude Bossi – che sperimentare modalità sempre nuove di fare banca, a fianco dei nostri clienti e delle imprese italiane, faccia parte delle nostre responsabilità in qualità di operatore bancario impegnato nel sostegno costante dell’economia reale del nostro Paese”. Mentre per il professor Micelli “a volte sono proprio questi scontri generazionali, tra differenti percorsi di formazione o professionali a creare innovazione: un saper fare evoluto ma per nulla scontato”, dice all’Adnkronos. “Per favorire conoscenza reciproca e contaminazione – spiega – abbiamo deciso di iniziare con artigiani e makers un percorso di crescita sul quale abbiamo voluto puntare i riflettori in senso stretto: un video-racconto, ‘Botteghe Digitali’, che dia testimonianza dell’innovazione, della ricchezza e del valore aggiunto che l’incontro tra questi mondi può produrre”, conclude Micelli. Le aziende interessate possono dare la propria disponibilità compilando le informazioni richieste sul sito www.fareimpresafuturo.it, dove sarà disponibile anche il ‘reality’. Inoltre, sarà possibile presentare la domanda anche nel corso di Maker Faire, la fiera dedicata all’innovazione a alla creatività in programma a Roma dal 16 al 18 ottobre. La raccolta delle iscrizioni terminerà il 30 ottobre.