Motta San Giovanni (Rc), Benedetto : “area archeologica di Lazzaro, consegnati i lavori, salvati i fondi, obiettivo raggiunto”

area archeologicaAntiquarium ed Area Archeologica di Lazzaro, completamento e conseguimento della piena fruibilità”, questo è il titolo del progetto in merito al quale interviene Giuseppe Benedetto Vice Sindaco ed Assessore del Comune di Motta San Giovanni. “Opera che si sviluppa nell’ambito della Programmazione POR Calabria 2007/2013 – tutelare, mettere a sistema, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio culturale della Calabria – che nello specifico si configura come il completamento dell’ Antiquarium Leucopetra e la realizzazione del Parco archeologico nei pressi dell’ingresso sud del paese; alla redazione del progetto hanno lavorato tecnici ed esperti della Soprintendenza Archeologica, dell’ Università Mediterranea di Reggio Calabria e del Comune di Motta San Giovanni che ringrazio per il loro professionale impegno. Nei giorni scorsi insieme alla Direzione tecnica ed amministrativa, si è proceduto alla consegna dei lavori; manifesto particolare soddisfazione perché conosco ed ho vissuto in prima persona il complicato iter amministrativo che ha riguardato questo importante intervento su alcuni Beni Culturali del nostro territorio, il rischio era quello di perdere i fondi messi a disposizione dalla programmazione comunitaria, ma oggi l’impegno ci ha ripagato con la posa della prima pietra. Sono convinto che il potenziale storico e culturale presente nel nostro Comune possa essere uno degli attrattori principali; gli investimenti e l’interesse testimoniano che i nostri Beni Culturali rappresentano importanti esempi di elevata valenza storico-architettonico-culturale, Reggio ed il versante ionico in particolare, hanno avuto un ruolo centrale passando dalla colonizzazione magno greca, romana e bizantina ; come tali meritano, anche attraverso un coinvolgimento diretto di associazioni ed imprenditori, di essere messi a disposizione dei fruitori, nell’ottica degli obiettivi del turismo sostenibile che prevede con la valorizzazione di questi beni, anche il perseguimento dello sviluppo economico, avendo il nostro territorio vocazione turistica ed offrendo un pacchetto di proposte di alto livello. La costituenda Città Metropolitana non potrà non tenere in considerazione che sia necessario una rete, una strada dei Beni Culturali Metropolitani”.

Benedetto