Milazzo, la Cisl contro il Comune: necessario l’intervento del giudice del lavoro

Il sindacato all’attacco: disattese le relazioni sindacali e non rispettate la normativa e il contratto nazionale

Comune di MilazzoÈ definito “singolare” dalla Cisl Fp il comportamento del Comune di Milazzo in merito alla richiesta di concertazione sulla definizione del calendario scolastico dell’Asilo Nido. “Malgrado le nostre reiterate richieste, l’Amministrazione si è limitata a convocare un incontro informale eludendo la previsione contrattuale che su tale materia prevede specificatamente l’attivazione del confronto sindacale nei termini previsti dal Contratto Collettivo Nazionale Vigente”, sostiene il sindacato.

Inoltre, la Cisl Fp denuncia come sia stato anche disconosciuto il ruolo del Comitato di Gestione dell’Asilo Nido che è deputato ad esprimere un parere in merito e che in tale occasione non risulta essere stato interpellato.

Peraltro tale atteggiamento oltre a creare disservizi, lede i diritti dei lavoratori che, già in dichiarato stato di agitazione, sono pronti a tutelarli in altre sedi con la dovuta assistenza sindacale e legale.

La nuova amministrazione dichiara che vuole cambiare il passo, di essere aperta al dialogo ed al confronto – continua il segretario della Cisl Fp Messina, Calogero Emanuele – ma assume atteggiamenti di chiusura e determinazioni che contrastano con la legge e con i contratti collettivi”.

La Cisl ha provato a ricondurre la problematica al legittimo tavolo ma “di fronte alla incomprensibile chiusura dell’Amministrazione – conclude Emanuele – dobbiamo prendere atto che il ripristino delle relazioni sindacali può avvenire solo invocando l’intervento del giudice del lavoro, sapendo che giurisprudenza costante riconosce pienamente le prerogative sindacali dei contratti collettivi tutt’ora vigenti”.