Milazzo, appalto rifiuti: ditta esclusa ricorre al Tar

Il Comune nomina il legale per difendere le scelte dell’Amministrazione cittadina in giudizio

rifiuti (2)La giunta municipale ha approvato una delibera con la quale autorizza il sindaco a resistere nel giudizio promosso davanti al Tar dalla ditta Tek.ra di Angri (Salerno) relativa alla gara per l’espletamento del servizio rifiuti aggiudicata dal Comune al RTI Caruter e Multiecoplast.

La Tek.ra di Angri (Salerno) si è infatti rivolta ai giudici amministrativi per chiedere l’annullamento dell’aggiudicazione, contestando una serie di anomalie. Nel ricorso si evidenzia che successivamente alla manifestazione di interesse pubblicata dal Comune ha presentato nei termini domanda di partecipazione unitamente alla propria offerta, risultata poi al momento dell’apertura delle buste la più vantaggiosa, visto che assicurava un ribasso rispetto alla base d’asta del 26,97 per cento, mentre il Rti Caruter-Multiecoplast risultava secondo.  Nonostante tutto – evidenziano i legali della ditta campana – gli uffici comunali hanno affidato proprio a Caruter il servizio sulla base dell’atto di indirizzo del sindaco “in ragione della verificata capacità tecnico organizzativa” accertata.

La giunta mamertina nel giudizio sarà tutelata dall’avv. Antonio Saitta.