Messina, verde pubblico: basta cooperative, spazio alle ditte specializzate

Fare Verde e SìAmo Messina mettono nel mirino Ialacqua: da lui soltanto intenti, nessuna azione di cambiamento

potatura alberiLe condizioni del verde cittadino sono allarmanti. Le denunce di Alessandro Giaimi, esperto del sindaco che ha voluto prendere le distanze dalle politiche disposte dall’assessorato, hanno messo in allarme l’associazione ambientalista Fare Verde Onlus e la lista civica SìAmo Messina. Le due realtà hanno  additato lo scarso controllo operato dalla macchina amministrativa, mettendo nel mirino l’assessore Ialacqua, il cui mandato politico – ad oggi – sarebbe “caratterizzato solo da intenti e quasi mai da azioni“. La richiesta di dimissioni, perennemente all’ordine del giorno quando si tratta del medesimo esponente della Giunta, viene così reiterata, laddove si esige una netta discontinuità con il passato su un tema cardine della campagna elettorale “dal basso” promossa a suo tempo da Accorinti. “Non pensa – chiedono, in una nota rivolta a Ialacqua, Adamo e Travisano – sia arrivato il momento di pretendere che nei bandi di gara per le potature vengano inserite delle precise clausole volte a garantire che il servizio venga espletato da ditte specializzate e non da cooperative ‘improvvisate’?”.