Messina, Teatro Vittorio Emanuele: manca l’agibilità, vanno ridotti i posti?

La commissione preposta ai controlli mette in allarma Comune, Questura e Vigili del Fuoco

teatro vittorio emanueleI controlli condotti dalla Commissione comunale di Vigilanza Locali Pubblico Spettacolo avrebbero svelato un clamoroso retroscena sul Vittorio Emanuele: il teatro di Messina, a dispetto delle esibizioni andate in scena sinora, non avrebbe mai avuto l’agibilità per offrire le rappresentazioni alla propria platea. Un fatto grave, questo, sottoposto all’attenzione della Giunta, della Prefettura e del Comando dei Vigili del Fuoco. Da qui l’ultimatum rivolto al primo cittadino e al sovrintendente affinché fossero sanate le alterazioni registrate al seminterrato, un ultimatum che scadeva entro e non oltre il mese di settembre e che è rimasto lettera morta. L’unica strada per aggirare l’ostacolo sembra quella della riduzione della capienza del teatro stesso: una diminuzione sostanziale delle poltroncine oggi disponibili, che però penalizzerebbe gli incassi dell’Ente minandone la sicurezza finanziaria.