Messina: spacciava eroina agli arresti domiciliari, pregiudicato arrestato

COTUGNO Adolfo (me) (2)Nella serata di venerdì 16 ottobre 2015, durante un servizio finalizzato al contrasto di reati in materia di sostanze stupefacenti, i carabinieri del Nucleo Operativo di Messina Sud hanno tratto in arresto, con l’accusa di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, Adolfo Cotugno, pregiudicato messinese classe 1988, ristretto agli arresti domiciliari al Villaggio Aldisio per altri reati. Durante una perquisizione domiciliare a carico del ragazzo, infatti, mentre un’aliquota di carabinieri stava effettuando l’accesso all’interno dell’abitazione, i militari incaricati di cinturare l’esterno della palazzina hanno notato un giovane uscire velocemente da una delle finestre dell’appartamento perquisito e saltare verso l’esterno, con l’intento di darsi alla fuga. Un volo dal primo piano, che il fuggitivo, grazie alla sua giovane età ed ad una corporatura agile, riusciva a sopportare cadendo in piedi senza farsi male. Non si aspettava, però, di venire repentinamente bloccato dai carabinieri, senza avere nemmeno il tempo di compiacersi per essere riuscito nell’impresa. Il giovane, perquisito, aveva in tasca un involucro di carta stagnola, contenente circa un grammo di eroina. Gli immediati accertamenti hanno consentito di appurare che il quantitativo di stupefacente rinvenuto addosso al ragazzo fermato, era stato ceduto allo stesso da Adolfo Cotugno, all’interno della propria abitazione, poco prima dell’irruzione dei carabinieri che ha innescato il disperato tentativo di fuga. Il pusher è stato quindi tratto in arresto per detenzione e cessione di sostanze stupefacenti e, dopo le formalità di rito, è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.