Messina senza acqua, Unc chiede risarcimenti: 150 euro a persona, 300 euro per malati e anziani

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

I centralini dell’Unione Nazionale Consumatori di Messina sono intasati dalle richieste di adesione alla Class action lanciata dall’associazione di consumatori. “I cittadini di messina hanno diritto ad almeno 150 euro di indennizzo per i disagi subiti, 25 euro al giorno, cifra che ovviamente salirà se l’Amam non ripristinerà il servizio entro oggi. La cifra raddoppia per le persone che soffrono disagi particolari: malati, anziani e neonati” ha dichiarato il Presidente dell’UNC di Messina, Avv. Mario Intilisano. All’azione legale potranno partecipare tutti gli utenti consumatori del servizio idrico della città la cui utenza è stata oggetto del disservizio sin dalla giornata di sabato 24 ottobre 2015 e che perdura a tutt’oggi.

Per aderire all’azione sarà necessario soddisfare i seguenti requisiti:

1) Essere titolare di utenza individuale Amam (ovvero condominiale);
2) Avere la propria utenza ubicata in zona ove la fornitura idrica è cessata;
3) Sottoscrivere lo specifico modulo di adesione presso la sede dell’Associazione in Messina Via San Filippo Bianchi 48 (nei seguenti orari Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle ore 09.00 alle 11.30 ed il Lunedì e Mercoledì pomeriggio dalle ore 16.00 alle 18.30);
4) Rivestire la qualifica di consumatori (ossia non avere l’utenza destinata ad attività commerciali o professionali);

L’adesione sarebbe riservata ai soli soci UNC, ma, stante l’eccezionalità del momento, per iscriversi all’associazione basterà versare l’importo simbolico di soli € 5,00, a titolo di rimborso spese.
Si aggiunge che i non consumatori (professionisti, aziende, esercenti commerciali) che hanno subito un danno non potranno aderire alla class action ma potranno agire individualmente, anche con l’assistenza del Comitato di Messina dell’Unione Nazionale Consumatori, per il risarcimento del danno subito.
E’ possibile avere ulteriori informazioni sulla class action attraverso i social media twitter (@consumatori_me), facebook (Consumatori Messina) (www.consumatori.messina.it), oppure tramite l’email appositamente attivata:

amamclassaction@consumatori.messina.it .