Messina, Picciotto va all’Ars per difendere l’ente camerale

Il presidente della Confcommercio è stato ascoltato in seno alla Terza Commissione consiliare del Parlamento regionale

camera di commercio messina xLa questione dell’ente camerale cittadino è finita sui banchi dell’Ars a Palermo: a porre il problema innanzi alla Terza Commissione parlamentare è stato Carmelo Picciotto, il leader provinciale di Confcommercio che ha offerto ai deputati regionali un dossier sul mancato insediamento del Consiglio e sulle ricadute politiche di queste scelte.

L’organismo presieduto da Bruno Marziano ha promesso di approfondire la vicenda, incalzato dalle opposizioni di Forza Italia e dei 5 Stelle. Il Governo Regionale, invece, ha disertato il confronto, lasciando il cerino delle risposte ad Alessandro Ferrara, già Direttore Generale del Dipartimento Attività Produttive.

Picciotto a margine dei lavori ha esternato la sua soddisfazione: “Ritengo che i parlamentari abbiano compreso attraverso la produzione di un corposo dossier il metodo utilizzato per ‘congelare’ l’insediamento del Consiglio camerale. A quanto pare l’incontro di oggi ha prodotto già qualche effetto se è vero che l’Assessorato ha chiesto un parere legale all’Avvocatura. In conclusione, mi auguro che Rosario Crocetta intervenga nella duplice veste di governatore e assessore per dare un segnale di discontinuità rispetto al passato, annullando il nuovo bando“.