Messina, Ospedale Piemonte. Picciolo sicuro: in settimana il salvataggio andrà in porto

Il leader regionale del Pdr non perde l’ottimismo e attende in giornata i riscontri positivi del Ministero della Salute

Picciolo Pdr1Il silenzio talvolta vale più di mille parole ed anche per questo, nel massimo riserbo, si attende ‘ad horas’ la risposta del Ministero della Salute che consentirà di dare il via libera all’assessore Gucciardi per portare la prossima settimana in aula il DDL riguardante la Fusione IRCCS-Piemonte e il conseguente salvataggio del Pronto Soccorso dello storico nosocomio messinese”. Lo afferma il capogruppo all’Ars on. Beppe Picciolo che ha preso atto, con grande soddisfazione, dell’evoluzione positiva che sta prendendo la vicenda politica di vitale importanza per la comunità dell’area dello Stretto.

Abbiamo scavalcato anche la ‘coda del diavolo’ – ha ironizzato il presidente regionale del Patto dei democratici per le riforme – che fino all’ultimo si frappone rischiando di fare inciampare il disegno del salvataggio dell’Ospedale Piemonte. Dalla nota che l’assessore regionale Gucciardi ha inviato al Ministero della Salute riscontriamo pienamente la volontà di attuare il rilancio dello storico nosocomio messinese con la fondamentale presenza del Pronto Soccorso, che resterà patrimonio di Messina superando i vincoli imposti dalla riforma della rete ospedaliera disegnata dal decreto Balduzzi. Adesso – ha concluso Picciolo – siamo certi della disponibilità del Presidente Ardizzone, affinché una volta recepita la risposta positiva già preannunciata del Ministero della Salute il disegno di legge già la prossima settimana, alla prima seduta utile dell’Ars, possa finalmente essere discusso, rafforzato dalla conferma che il Pronto soccorso ed i reparti ad esso collegati di Viale Europa non si toccano e camminerà di pari passo con il progetto del più grande centro di riabilitazione del Mezzogiorno.