Messina, Operazione Gioia: scattano le prime condanne

Mano pesante su Lucio Mazza e sul marocchino Redouane Rahbib

Tribunale-di-MessinaSono arrivate stamane le prime sentenze nell’ambito dell’Operazione Gioia, volta a smascherare le collusioni fra gruppi criminali di Messina e provincia nell’ambito del traffico di stupefacenti. Con il rito abbreviato sono stati condannati Lucio Mazza a 17 anni di reclusione, Angelo Conti a 9 anni e 4 mesi, Daniele Mazza a 9 anni e 1 mese. Sul fronte barcellonese, invece, la pena di 8 anni e 2 mesi è stata comminata a Redouane Rahbib, tre anni e 5 mesi a Carmelo Montrone, 1 anno e due mesi ad Antonio Orlando e 4 mesi a Daniele Montrone. Contestualmente il Gup ha rinviato a giudizio Antonino Casablanca, Angelo Aspri, Giacomo Pulejo, Nunzio Corridore, Giuseppe Astuto e Pasquale Erba.