Messina, fermato con due chili di hashish: tunisino beccato dai cani della Finanza

Tre agenti a quattro zampe hanno permesso l’arresto dell’uomo che portava in una borsa a tracolla le sostanza stupefacenti

cane-guardia-di-finanza

E’ stato fermato nei pressi della Stazione ferroviaria di Messina, mentre trasportava due chili di hashish dopo essere sceso da un autobus proveniente dalla Campania: si tratta di un tunisino di 24 anni, fermato dagli uomini delle Fiamme Gialle insospettiti dall’insolita reazione dei cani in dotazione al corpo. Ralos, Taghel e Bandito – questi i nomi degli agenti a quattro zampe – hanno permesso di trovare in una tracolla due involucri di cellophane con all’interno le sostanze stupefacenti, divise in dieci panetti da cento grammi ciascuno. L’uomo è stato condotto presso il carcere di Gazzi.

[foto d'archivio]