Messina, due arresti nelle ultime ventiquattr’ore

Fermati un rumeno e un messinese: il primo deve ancora scontare un anno e 19 giorni di reclusione, il secondo quattordici giorni

RADU ADRIAN e neroni domenico giovanniNel corso di due distinte operazioni i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno eseguito due ordini di esecuzione per la carcerazione emessi dalle Procure della Repubblica di Paola e Messina.

Il primo provvedimento è stato eseguito nel pomeriggio di ieri 5 ottobre, quando i militari del Nucleo hanno rintracciato in Via Camaro RADU Adrian, romeno di 34 anni residente a Messina, nei cui confronti il 2.10.2015 la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Paola (CS), ha emesso il citato provvedimento dovendo il RADU scontare un anno e 19 giorni di reclusione per cumulo di pene riguardanti vari reati commessi prima del 2011.

Nella mattinata odierna è stato poi rintracciato NERONI Domenico, messinese del 1988, nei cui confronti il 2.10.2015 la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina  ha emesso un ordine di carcerazione a carico del predetto in quanto tenuto a scontare una pena residua di 14 giorni di reclusione per reati contro il patrimonio. Il NERONI era stato già tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile nel luglio di quest’anno, quando i militari hanno eseguito un provvedimento di sospensione dell’affidamento in prova ai servizi sociali, cui il NERONI era sottoposto, con conseguente applicazione della detenzione carceraria.

Dopo le formalità di rito i due sono stati condotti presso il Carcere di Messina – Gazzi.