Messina, domani il sit-in dei dipendenti della KSM

Cgil, Cisl e Uil denunziano il possibile licenziamento di 25 unità: “procedura ingiustificata”

bandiere-sindacatiLe organizzazioni sindacali Filcams-Cgil Fisascat-Cisl  UilTucs e i lavoratori della “KSM” domani martedì 6 dalle 9,30 alle 18 saranno in sit-in davanti alla sede della ditta di vigilanza privata in via San Camillo per protestare contro la procedura di mobilità che prevede 25 licenziamenti. “Una procedura ingiustificata e inapplicabile”, denunciano gli esponenti provinciali di Filcams Fisascat e UilTucs Andrea Miano, Pancrazio Di Leo e Dino Catrimi.

Il sindacato si è già fortemente opposto alle decisioni assunte dall’azienda che opera nei territori di Messina e Catania, esprimendo ampio dissenso per la procedura avviata alla luce di ferie e permessi arretrati e accumulati dai dipendenti oltre che del continuo ricorso agli straordinari.

Le organizzazioni sindacali puntano il dito anche contro i ritardi con cui già da mesi vengono erogati gli stipendi agli oltre 200 dipendenti. “Ritardi peraltro non comunicati”, sottolineano gli esponenti di Filcams Fisascat e UilTucs che oggi saranno in presidio accanto ai dipendenti per la salvaguardia di tutti i posti di lavoro e per rivendicare regolarità nel pagamento delle mensilità.