Messina, città senza acqua: parecchi interventi dei vigili del fuoco con le autobotti

Si aggrava l’emergenza idrica a Messina

vigili del fuocoLa città è senza acqua da 5 giorni, da quando l’Amam (Azienda Meridionale Acque Messina S.p.A) è stata costretta a un intervento urgente riparare un guasto provocato da una frana lungo il tracciato dell’acquedotto Fiumefreddo nel territorio comunale di Calatabiano. La condotta si è rotta ed è stato necessario interrompere la portata idrica diretta a Messina. I vigili del fuoco sono impegnati a rifornire d’acqua con le autobotti edifici ‘sensibili’ come le case di cura e i condomini dove abitano malati o disabili.Al momento, quindi, spiegano i vigili del fuoco, i 3/4 della città è senza acqua mentre le poche zone dove c’è la fornitura idrica arriva da ‘la Stantissima’, che ha una portata di poco più di cento litri al secondo. Si teme che, nonostante gli interventi, il blocco idrico prosegua ancora per 4-5 giorni.Intanto ieri, con ordinanza del sindaco Renato Accorinti, è stata disposta per oggi la chiusura di tutti gli edifici scolastici di ogni ordine e grado, pubblici, privati e parificati, comprese le strutture educative ed assistenziali, asili, centri di aggregazione giovanile e degli uffici pubblici ubicati sul territorio comunale.