Messina-Catania: Faraci non ci sta: “il Cas è vittima del dissesto”

Il presidente del Consorzio si scaglia contro quanti cercano di addebitare colpe all’ente: parlare alla pancia del popolo, a suo avviso, non migliora affatto la situazione

faraciIl Presidente del Consorzio per le Autostrade Siciliane, Rosario Faraci, ha voluto sgomberare il campo dagli equivoci, fermando il balletto di dichiarazioni di taluni esponenti politici. L’emergenza viabilità registrata nell’isola, con una Sicilia spaccata in tre, non può essere addebitata al Cas: la vicenda del viadotto Himera, infatti, ricade sotto la competenza esclusiva dell’Anas. Anche in merito allo smottamento sull’A18 Faraci corregge il tiro ed evidenzia come l’ente da lui rappresentato sia semmai vittima: “oggi si deve procedere con assoluta immediatezza non tanto a liberare la strada dalla terra e dai massi, quanto piuttosto a concertare con chi di competenza (Prefettura, Protezione Civile, Comune di Letojanni) le opere da realizzare e le attività da compiere per mettere in sicurezza il terreno limitrofo e provvedere di conseguenza garantendo la serena percorribilità della strada” ha notato Faraci. Parlare alla pancia del popolo, aggiunge il presidente del Cas, non aiuta a risolvere le emergenze, ma serve a qualcuno per sviare l’attenzione.