Messina: arriva il nuovo parroco al Santuario del Carmine

Messina: domenica verrà accolto dalla comunità dei fedeli il nuovo parroco al Santuario “Santa Maria del Carmine”

don gianfranco centorrino

Domenica 25, alle ore 11, durante la Celebrazione Eucaristica presieduta dal Delegato ad omnia, mons. Gaetano Tripodo, la comunità dei fedeli della Parrocchia – Santuario “Santa Maria del Carmine” accoglierà don Gianfranco Centorrino, nominato parroco, lo scorso 24 Settembre, dall’Arcivescovo Emerito di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela, mons. Calogero La Piana. Dopo quasi cento anni, la comunità torna ad avere un sacerdote del clero secolare come guida pastorale. L’ultimo sacerdote secolare era stato Padre Francesco Trifiletti, parroco fino al 1918, data nella quale la gestione della Parrocchia (al tempo intitolata “San Lorenzo”) era passata, per volontà dell’Arcivescovo del tempo, mons. Letterio D’Arrigo, nelle mani dei religiosi carmelitani. La nomina di un nuovo parroco si è resa necessaria dopo che la Provincia Italiana dei Carmelitani ha comunicato alla Curia messinese la volontà di chiudere il convento di Messina (il più antico d’Europa) e di trasferire i frati altrove.

Il nuovo parroco, Don Gianfranco Centorrino, è nato a Messina il 3 luglio 1970. Dopo aver frequentato l’Istituto salesiano “San Luigi”, ha compiuto studi filosofici all’Istituto Teologico Salesiano “San Tommaso D’Aquino”. Per volere dell’Arcivescovo del tempo, mons. Ignazio Cannavò, è stato inviato a Roma presso l’Almo Collegio Capranica per intraprendere gli studi teologici presso la Pontificia Università Gregoriana dove ha ottenuto il baccalaureato in Teologia e iniziato gli studi canonistici conseguendo la licenza in diritto canonico con diploma di specializzazione in giurisprudenza.  Tornato da Roma, è stato nominato difensore del vincolo presso il tribunale ecclesiastico diocesano e parroco della costruenda Chiesa di S. Eustochia in C.da Citola-Annunziata alta. Attualmente è docente di diritto canonico presso l’Istituto Teologico Salesiano “San Tommaso” di Messina e promotore di giustizia in diverse cause di beatificazione e canonizzazione. È stato, fino alla recente nomina, Arciprete-Parroco di San Pier Niceto (dal 19 Settembre 1998 al 24 Settembre 2015).