Messina: al via i progetti dell’ASP per l’impiego di 57 giovani volontari di servizio civile

sanitàIl Direttore Generale dell’ASP di Messina, Dr. Gaetano Sirna, comunica l’inizio dei nuovi progetti di Servizio Civile dell’Azienda: dal 3 novembre 57 Volontari, selezionati tra le oltre 650 domande presentate, inizieranno un’esperienza di formazione lungo un anno di attività e impegno nei servizi per la salute. In linea di continuità con i precedenti Progetti, accanto alle tradizionali sedi dei Presidi Ospedalieri e dei Poliambulatori dell’ASP previste dal progetto Proodopoieo, il progetto Archè intensifica gli interventi nel settore della Salute Mentale e dello Screening, introducendo nuovi ambiti quali i Consultori e la Formazione. Accoglienza e supporto alle attività informative e assistenziali sono ancora una volta il filo conduttore attraverso il quale l’ASP esprime la propria vision del Servizio Civile: ambiti di attività che consentono di contemperare la crescita del giovane Volontario come progressiva capacità di empowerment, con il miglioramento della qualità dei Servizi Sanitari e, non ultima, una più elevata “prossimità” ai bisogni degli Utenti.

Impiegati in alcune delle strutture a più alto tasso di utenza, in presidi sanitari sparsi su tutto il territorio provinciale, i Volontari saranno accolti dalla Direzione aziendale e dagli Operatori impegnati nei Progetti presso la Sala Convegni di Cittadella della Salute, a Messina, martedì 3 novembre, giorno della loro presa di servizio. Sono stati invitati a partecipare anche i Partner dei progetti, che ne sostengono e promuovono le attività  mediante una rete di contatti e collaborazioni: l’Università Telematica Pegaso, l’Istituto di Istruzione Superiore “Antonello”, l’Associazione Culturale Pediatri dello Stretto, la Libreria Bonanzinga, l’Associazione Viviamoinpositivo, l’Emittente televisiva OndaTV, l’Associazione ONLUS Sordi Valle del Mela.

Durante l’incontro verranno presentati gli obiettivi progettuali e tracciato il percorso che, pur nella diversità degli ambiti, accomunerà i 57 giovani nella personale sperimentazione di un modello di cittadinanza attiva nel campo della salute. Saranno inoltre presentati alcuni importanti progetti sostenuti dall’Assessorato Regionale, ai quali collaboreranno  i Volontari di entrambi i Progetti, tra i quali lo sviluppo della Rete Civica della Salute.