Maltempo a Reggio, i consiglieri di opposizione: “la città è al collasso” [FOTO]

Maltempo a Reggio, caos totale in città: intervengono i consiglieri di opposizione

Temporali (1)“L’immagine di una città al collasso è quella che si è presentata agli occhi della gente stamattina. È bastata un’oretta di pioggia copiosa per trasformare le strade di Reggio Calabria in bacini colmi di acqua da fare invidia al noto fenomeno di “Acqua Alta” di Venezia. Ci rammarichiamo che nonostante tali disagi siano stati più volte denunciati in seno ai luoghi istituzionali, ovvero in seno alle Commissione Consiliari preposte, poco si è fatto fino ad adesso in modo da garantire la risoluzione del problema in modo efficace ed efficiente. Eppure è noto che uno dei maggiori problemi concerne gli interventi di spurgo, disostruzione, pulizia dei punti di captazione e delle caditoie al fine di assicurare la piena disponibilità delle sezioni utili per il deflusso delle acque, come anche il servizio di pulizia delle erbe infestanti in luoghi non destinati al verde (marciapiedi, banchine stradali, strade asfaltate, etc.) che dovrebbe essere interessato dall’operazione di diserbo continuo delle zone in cui le piante infestanti tendono preferibilmente a svilupparsi“, affermano in una nota Mary Caracciolo (Forza Italia), Massimo Ripepi (Forza Italia), Antonino Maiolino (Reggio Futura), Antonino Matalone (Reggio Futura), Giuseppe D’Ascoli (Reggio Futura), Pasquale Imbalzano (NCD), Luigi Dattola (NCD) Lucio Dattola. “Fino ad oggi evidentemente non si è operato in modo sistematico da parte dell’amministrazione, ma solo in modo emergenziale, nonostante le continue sollecitazioni. Tale modus operandi definibile “a tampone” – proseguono- non garantisce evidentemente lo scorrimento delle acque piovane e provoca ingenti danni alla nostra città. In particolare, sono sempre le zone periferiche ad essere maggiormente investite dal problema con strade che si trasformano repentinamente in pericolosi torrenti. L’auspicio è che l’amministrazione individui un piano di intervento generale in modo da garantire il normale deflusso delle acque, per una città che deve dimostrare nei fatti e nella quotidianità di essere Città Metropolitana. Vorremmo che l’adesione del Comune alla settimana Europea della Mobilità Sostenibile avvenuta nel mese di settembre – concludono- fosse davvero una via praticabile dalla nostra città e non invece una delle tante idee meramente utopistiche”.

Temporali (2)