L’artista reggino Michelangelo Giordano alla Statale di Milano

Copertina_Le strade popolariGiovedì 29 ottobre alle ore 14:30 presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano iniziativa dal titolo“Comunicare le tradizioni e le culture popolari”, seminario–concerto su musica folk-etnica e società contemporanea, a partire dall’album “Le strade popolari” del cantautore reggino Michelangelo Giordano. Introdurrà l’incontro in Via Festa del Perdono, Ezio Guaitamacchi, giornalista, scrittore e critico musicale, che parlerà dell’album musicale Le strade popolari  e delle sue tematiche. La sua analisi parte dalla nostra cultura popolare e dalle sue influenze e tradizioni, arriverà fino ai giorni nostri, analizzando le abitudini ed il modo di vivere nella società contemporanea. Verranno affrontate tematiche e problematiche sociali che ci portiamo dietro dal nostro passato e che ritroviamo ancora oggi sotto nuove forme. Si parlerà di mafia, di abuso di potere, di violenza sulle donne, del disagio sociale delle crisi di panico, ma anche di speranza. Questi eventi nascono perché l’Università degli Studi di Milano ha ritenuto Le strade popolari  del cantautore Michelangelo Giordano non solo un progetto artistico, ma anche un’iniziativa sociale attraverso la musica. Dopo l’introduzione il cantautore, insieme ai propri musicisti, eseguirà alcuni dei suoi testi in un viaggio musicale tra tradizioni e contemporaneità. Le strade popolari è un album ricco di sonorità folk etniche mediterranee con influenze e contaminazioni arabe che ha suscitato grande interesse da parte di stampa, radio e tv. I musicisti che accompagneranno Giordano sul palco sono: Antonio Di Sabato alla fisarmonica, Enrico Porazzi alla chitarra, Martina Milzoni al contrabbasso e Emanuele Moraca alle percussioni.