La Commissione Europea ha approvato il Por Calabria 2014-2020

consiglio_regione_calabria-Il Presidente della Regione Mario Oliverio annuncia l’approvazione del Por Calabria 2014-2020, da parte della Commissione Europea, al termine del negoziato formale intercorso con la Regione: “Dalla logica della spesa a quella della attuazione: con il nuovo Programma operativo – ha detto Oliverio – non vogliamo solo spendere risorse ma attuare le politiche”. Con l’approvazione del Programma operativo – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – si dà il via ad una nuova politica regionale orientata a dare piena attuazione agli interventi attraverso un consistente volume di finanziamenti pari a 2,378 miliardi di euro. A tanto ammonta, infatti, la dotazione complessiva tra fondi europei e cofinanziamento statale e regionale. “L’approvazione del POR da parte della Commissione Europea – prosegue Oliverio – è un fatto particolarmente importante per la nostra regione per il quale esprimo grande soddisfazione. Si realizza un concreto e significativo risultato frutto di un impegnativo lavoro di questa prima fase di governo. Un risultato ancor più significativo perché i contenuti e gli obiettivi della Programmazione 2014-2020 sono stati definiti attraverso una approfondita discussione in Consiglio Regionale e attraverso un confronto largo con forze sociali, amministratori locali, professionalità e competenze. Il Programma è frutto anche di un costante e fecondo rapporto con i rappresentanti della Commissione Europea che ringrazio per l’apporto qualificato di suggerimenti e proposte che ci hanno consentito di definire uno strumento che nei prossimi anni ha l’ambizione di contribuire a costruire la nuova Calabria, attraverso la realizzazione di concrete condizioni di crescita economica e sociale, di lavoro e di modernizzazione. Un ringraziamento particolare, proprio in questa occasione, di sento di rivolgere alla dott.ssa Corina Crețu, Commissaria responsabile per la Politica regionale, che ho avuto modo di incontrare la prima volta il venti aprile scorso, in occasione della sua visita in Calabria e di stabilire un rapporto di proficua collaborazione. Ringrazio, infine, la struttura tecnica del Dipartimento “Programmazione Nazionale e Comunitaria” per il prezioso e silenzioso lavoro portato avanti in questi mesi senza sosta e senza pause estive o feriali. Ora si apre la fase operativa che richiederà un impegno straordinario per la realizzazione degli obiettivi posti. Bisognerà innanzitutto recuperare gli enormi ritardi accumulati in questi anni ma, soprattutto, bisognerà cambiare passo per attuare quel progetto di sviluppo che la Calabria aspetta da tempo. Si tratterà di utilizzare risorse consistenti per realizzare lavoro, sviluppo delle attività imprenditoriali, qualificazione dei servizi e valorizzazione delle risorse ambientali, innovazione e capacità attrattiva del nostro territorio. Si tratterà di utilizzare le risorse in modo trasparente e nel rispetto della legalità con procedure snelle e l’abbattimento di barriere burocratiche che in questi anni hanno mortificato le potenzialità della Calabria. E’ questa la vera sfida del futuro. Il cuore della nostra azione di governo. Una sfida che vinceremo se tutti insieme faremo la nostra parte ponendo al centro il bene della Calabria ovvero il bene dei calabresi”.