Guerra in Siria: aerei russi bombardano Palmira e Aleppo, colpite postazioni dello Stato islamico

I bombardamenti hanno distrutto 20 veicoli e tre depositi di armi nell’area sotto il controllo dell’Is a Palmira

Sgc Laure-Anne Maucorps éP Derr

Sgc Laure-Anne Maucorps éP Derr

L’aviazione militare russa hanno bombardato oggi obiettivi dei gruppi ribelli in Siria nelle zone di Palmira e di Aleppo, nel nord. Lo ha annunciato l’emittente televisiva di stato siriana “al Ekhbariya”, secondo cui i bombardamenti hanno distrutto 20 veicoli e tre depositi di armi nell’area sotto il controllo dell’Is a Palmira. Nella provincia di Aleppo i raid russi hanno invece colpito le citta’ di al Bab e Deir e Deir Hafer, situate a circa 20 chilometri a est di un aeroporto militare attualmente assediato dai terroristi. Ai raid ha preso parte anche l’aviazione siriana. I primi bombardamenti russi su Palmira giungono inoltre dopo le dichiarazioni del responsabile della divisione operativa dello Stato maggiore delle Forze armate russe, Andrej Kartapolov che lo scorso 3 ottobre ha “i raid non solo continueranno, ma aumenteranno anche di intensita’”. Secondo quanto riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione con sede a Londra, i bombardamenti dei caccia russi avrebbero ucciso almeno 15 miliziani dello Stato islamico asseragliati nell’area di Palmira, sede di uno dei piu’ importanti parchi archeologici del paese, gia’ pesantemente danneggiato dalla furia distruttrice del gruppo estremista islamico. “E ‘stato il piu’ pesante attacco russo su Palmira,” ha detto in un comunicato il direttore dell’Osservatorio Rami Abdulrahman, secondo cui nelle ultime 24 ore i jet russi avrebbero condotto almeno 34 raid aerei in tutto il paese. Oltre alle province di Palmira e Aleppo, l’aviazione russa ha anche colpito ucciso quattro combattenti in una localita’ a pochi chilometri dalla citta’ di al Raqqa, principale roccaforte dello Stato islamico in Siria. Secondo l’emittente libanese “al Manar”, gestita dal movimento sciita Hezbollah, i caccia russi hanno compiuto incursioni aeree nella zona di Jabal al Zawiya, nella provincia nordoccidentale di Idlib.