Giro del mondo in 147 giorni, Messina risorge: viaggio alle radici del ‘miracolo giallorosso’

Primo posto in classifica e un entusiasmo che non si vedeva da tempo: Messina abbraccia il progetto Stracuzzi-Di Napoli e sogna in grande. Vi portiamo alla scoperta del miracolo giallorosso

Messina Lupa Castelli Romani (4)Giro del mondo in 147 giorni. E’ questo l’arco temporale intercorso dal 30 maggio al 24 ottobre 2015, date che per il Messina vanno cerchiare in rosso sul calendario. Seppure con sfumature totalmente diverse. La prima, un rosso intenso, a segnare le lacrime per il derby perso con la Reggina e la conseguente retrocessione in Serie D; la seconda, un rosso accesso, come la passione che avvolge oggi la formazione di Di Napoli prima in classifica nel girone C di Lega Pro. Esatto, proprio così. Ed il miracolo non è avvenuto per caso.

Messina Lupa Castelli Romani (43)In uno dei momenti più delicati della storia calcistica locale, il Messina ha avuto la fortuna di poter contare sulla voglia di riscatto trasmessa dal Presidente Natale Stracuzzi: è stato lui, spinto da Di Napoli (qualcosa in più di un semplice allenatore per questo club), a prendere in mano una società ridotta in brandelli dalla precedente gestione Lo Monaco. Uomo di fede, Stracuzzi: Pastore evangelico con la passione per il calcio e per Messina.

Uomo di campo, Arturo Di Napoli: con la stessa passione per il giallorosso del suo Presidente. Sono loro, insieme al direttore sportivo Argurio, il segreto di questo Messina che con forza, passione, umiltà e scelte azzeccate sul mercato è tornato ad essere grande. Come non si vedeva da tempo, come sognavano in molti. Con il cielo sullo Stretto che, domenica dopo domenica, si tinge sempre più di quella sfumatura giallorossa. Cartolina dal sapore di rivincita, colori del miracolo Messina.