Galatro (Rc): l’associazione politico culturale Impresa Calabria organizza un incontro sulla tematica del dissesto idrogeologico

frana-dissesto-idrogeologicoL’Associazione politico culturale Impresa Calabria, di cui è Leader Domenico Mallamaci, ha organizzato, nella giornata di martedì 27 ottobre, alle ore 16:00, presso la Sala Convegni Giacomo Matteotti del Comune di Galatro, una iniziativa che tratterà nello specifico le tematiche legate ai continui disagi che si registrano, nei nostri Comuni, ogni qualvolta si verificano eventi piovosi anche di media entità. Ciò che sarà trattato è racchiuso nel titolo della giornata in programma, ovvero “Crolla tutto!!! Risorse e interventi a difesa del territorio.” Oltre ai saluti del Sindaco Carmelo Panetta,che si ringrazia per la sua disponibilità,  vi sarà la qualificata presenza di  Salvatore  Siviglia Segretario Generale Autorità di Bacino Regionale, di Franco Violo Consigliere dell’ Ordine dei Geologi della Calabria e del Geologo Luigi Carbone. Una cattiva gestione del territorio ha determinato dei veri e propri disastri ambientali. Gli interventi antropici quali l’attività estrattiva non regolata, l’inquinamento del suolo e delle acque, l’abbandono delle zone collinari e montane, la riduzione dell’attività agricola, la disordinata urbanizzazione soprattutto nelle zone costiere, con un abusivismo diffuso, con la conseguente modifica delle sezioni dei corsi d’acqua, sono tra le cause responsabili dei disastri idrogeologici che ormai registriamo sistematicamente in occasione di eventi meteorologici importanti. Lo sviluppo sociale ed economico della nostra regione non può prescindere dall’attuazione di una seria politica di previsione e prevenzione dei rischi geologici. Il territorio è l’infrastruttura portante di tutte le altre, senza un territorio stabile e sicuro nessuna strategia di sviluppo è attuabile. È inoltre evidente a tutti che, il risanamento del territorio e la difesa del suolo, rappresentino gli obiettivi strategici sui quali bisogna concentrare la disponibilità dei fondi europei. Tra l’altro, l’attuazione degli interventi rappresenterebbe una opportunità di rilancio dell’economia ed in particolare di un settore fortemente penalizzato dalla crisi come quello edilizio.