Fusione Piemonte/IRCCS, Garofalo e Mancuso: “Messina si appresta ad avere il più grande polo riabilitativo del Meridione d’Italia”

ospedale-piemonte-messina“Abbiamo lavorato per creare a Messina il più grande polo riabilitativo del Mezzogiorno d’Italia. Il ministro Lorenzin ci darà le risposte che attendiamo e non deluderà le aspettative dei messinesi”. Così i parlamentari di Area popolare Vincenzo Garofalo e Bruno Mancuso. Siamo alle porte di una svolta epocale per la nostra città della quale abbiamo l’impressione che non ci si renda conto. Avere un polo riabilitativo d’eccellenza significa consentire a Messina di fare un salto in avanti di anni luce nel settore, significa dare ossigeno all’economia asfittica della città e, ancora, consentire a tanti nostri giovani laureati nelle professioni mediche di restare a esercitare qui il loro talento e la propria competenzaCon questa idea abbiamo presentato al ministro nei mesi scorsi la proposta di fusione del Piemonte con l’IRCCS. Una proposta che si è dimostrata valida tanto che i direttori generali di programmazione e ricerca del ministero che a Messina hanno effettuato le verifiche per capire se fosse possibile realizzare il progetto, hanno presentato relazioni più che positive. Il fronte sul quale ci siamo impegnati con la Lorenzin di più in queste ultime settimane è quello che riguarda il mantenimento del pronto soccorso al Piemonte. Abbiamo lavorato con l’obiettivo di dimostrare che la fusione può non solo essere compatibile con il mantenimento del pronto soccorso ma, addirittura, favorirne il potenziamento degli aspetti emergenziali. Abbiamo parlato con il Ministro – concludono i parlamentari – e siamo fiduciosi che molto presto arriveranno le certezze che aspettiamo anche su questo fronte. Poi la Regione dovrà fare la sua parte”.