Frana lungo l’A18 Messina-Catania: carreggiata riaperta in serata

frana letojanni3Non c’è pace per i collegamenti autostradali siciliani. Dopo il cedimento, lo scorso 10 aprile, del viadotto Himera lungo l’A19 Palermo-Catania, che ha di fatto spezzato in due la Sicilia, ieri è toccato alla A18 Messina-Catania subire gli effetti di una grossa frana a Letojanni, tra le uscite di Roccalumera e Giardini Naxos, che ha costretto ieri l’Anas ad interrompere il traffico tra le due maggiori città del versante orientale dell’isola. Solo in serata è stata riaperta una delle due carreggiate del tratto autostradale interessato dal cedimento della collina, consentendo il ripristino della circolazione. Il traffico è consentito sia ai mezzi pesanti che leggeri nella sola direzione di marcia da Catania a Messina. I mezzi pesanti provenienti da Messina e diretti a Catania continueranno ad utilizzare il percorso alternativo indicato dal Comitato viabilità della prefettura di Messina. I mezzi leggeri provenienti da Messina e diretti a Catania, invece, potranno utilizzare l’autostrada A18 ed uscire obbligatoriamente allo svincolo di Roccalumera per rientrare in autostrada da Taormina. Rimane chiusa la carreggiata lato monte della tratta in cui si e’ verificata la frana. L’area sarà presidiata costantemente da squadre di vigilanza e pronto intervento. I lavori di contenimento avanzeranno una volta che il fronte della frana si sarà assestato. Per il presidente del Consorzio autostrade siciliane Rosario Faraci “è una soluzione responsabilmente condivisa dalle istituzioni riunitesi in prefettura e confermata da accurati sopralluoghi”. Sebbene la circolazione sia stata ripristinata in tempi brevi, resta però la difficile situazione generale della viabilità siciliana che solleva forti malumori da parte dei cittadini, costretti a sempre più frequenti percorsi alternativi, spesso di difficile percorrenza e con fondi stradali dissestati, per spostarsi da una città all’altra della Sicilia. Per questa mattina alle 10,30 è previsto un sopralluogo sulla A18 dei deputati regionali del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri e Valentina Zafarana, per prendere visione delle reale consistenza del problema.