Emergenza idrica a Messina: verso il ripristino dell’erogazione

Messina: disagi ancora per il quarto giorno consecutivo

AcquaDisagi oggi a Messina per l’assenza di acqua per il quarto giorno consecutivo dopo la rottura della condotta idrica di Fiumefreddo a Calatabiano (Ct) per una frana. I lavoratori dell’Amam, l’azienda meridionale acque di Messina, sono a lavoro da ieri per riparare il guasto e sperano gia’ entro stasera o al massimo domani di ripristinare l’erogazione. Intanto oggi in citta’ dopo l’ordinanza del sindaco Renato Accorinti scuole, Universita’ e uffici pubblici sono rimasti chiusi. Numerosi i problemi negli esercizi commerciali che sono rimasti a secco. File di persone con i bidoni nei punti di distribuzione dell’acqua: ex Gazometro e autoparco municipale. Il piano di distribuzione dell’acqua e’ stato messo a punto ieri pomeriggio quando il prefetto Stefano Trotta ha convocato una riunione per individuare soluzioni atte a fronteggiare l’emergenza. Presenti i rappresentanti dell’Amministrazione comunale, dell’Amam, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dell’Asp, delle Strutture ospedaliere e della Protezione civile regionale. Il Comune unitamente all’Ispettorato Dipartimentale delle Foreste ed al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco hanno dichiarato la disponibilita’ di intervenire con autobotti per il rifornimento delle strutture sanitarie ma anche di Uffici pubblici che dovessero segnalare l’esaurimento delle loro riserve; allo stesso modo l’amministrazione ha assicurato l’intervento mirato dei volontari per fronteggiare particolari esigenze dei cittadini.