Emergenza idrica a Messina, Amam: “arriverà in serata nelle case dei messinesi”

poca acquaSe tutto va bene e non ci sono intoppi l’acqua dovrebbe arrivare nelle case dei messinesi in serata o nella nottata“. E’ cauto Leonardo Termini, presidente del cda dell’Amam, l’azienda meridionale acque. Oggi il sindaco Renato Accorinti ha annunciato la riattivazione della condotta di Calatabiano, ma serviranno diverse ore perche’ l’acqua, dopo sei giorni, torni nelle case. “Abbiamo attivato la prima pompa del Fiumefreddo e a seguire un’altra: da un po’ – aggiunge – fluiscono 280 litri al secondo nella condotta. Finora tutti gli step sono stati rispettati, tutto procede secondo i piani, se non ci sono intoppi, gia’ in serata o nella nottata in alcune zone arrivera’ l’acqua“. Mercoledi’ tutto sembrava andare per il verso giusto, quando il fronte franoso e’ tornato attivo impedendo la rimessa in funzione dell’acquedotto. Adesso si incrociano le dita. Ci vorranno almeno dodici ore, si stima, prima che le abitazioni siano regolamente servite, intanto sono attese in mattinata nuove autobotti fornite da Protezione civile, Esercito e comuni limitrofi. Con il coordinamento della prefettura e la collaborazione dei presidenti di Circoscrizione, le autobotti saranno punti mobili destinati ai quartieri ed alle zone rimaste scoperte.