Denise Pipitone, l’avvocato: “ma che Italia è? Questo non è uno scherzo, è procurato allarme”

Denise PipitoneNon è uno scherzo, ma un procurato allarme. Che Italia è quella che lo considera solo uno scherzo? I genitori della bimba hanno responsabilità. Devono intervenire i servizi sociali. Qui non c’è nessuno scherzo“. A dirlo a Fanpage.it è stato l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo l’1 settembre 2004, commentando la ritrattazione fatta dalla bambina lucana che lo scorso agosto aveva scritto via Facebook alla mamma di Denise dicendo di essere la piccola. La mamma di Denise attende ancora “l’esito del DNA“. “A noi non viene comunicato nulla dalla Procura di Marsala – ha detto Frazzitta – la denuncia (relativa al messaggio “Mamma sono Denise”, n.d.r.) l’avevamo fatta a metà agosto. Questa segnalazione era credibile perché la bimba ha un cognome che fa parte dell’indagine e perché ha una certa somiglianza a Denise Pipitone. C’è l’aria di famiglia“. Infine, sull’assoluzione di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise accusata di sequestro della piccola, Frazzitta ha commentato: “Una tristezza infinita, ancora una volta non si è fatta giustizia. Secondo noi, la storia orbita attorno all’ambiente della famiglia di Jessica Pulizzi. Impugneremo la sentenza di assoluzione. Gli elementi indiziari sono gravi, precisi e concordanti, quindi sono idonei a giungere a una sentenza di colpevolezza nei confronti della Pulizzi“.