Creata la pelle artificiale per le protesi, dà sensazione tattile

pelle artificialeUna pelle artificiale in grado di portare le protesi di mano a un livello superiore, restituendo anche la sensazione tattile a chi ha subito l’amputazione dell’arto. E’ quello che sono riusciti a fare gli scienziati della Stanford University, di Xerox Palo Alto Research Center, del Mit di Cambridge e della Northeastern University di Boston. I risultati sono stati pubblicati su “Science”. Per ricreare la “pelle” sintetica in grado di rilevare la forza di oggetti statici, i ricercatori hanno utilizzato circuiti organici flessibili e sensori di pressione specializzati. Inoltre, gli scienziati sono stati in grado di trasferire questi segnali sensoriali alle cellule cerebrali di topi in vitro utilizzando gli strumenti dell’optogenetica, una scienza che combina tecniche ottiche e genetiche di rilevazione per sondare i circuiti neuronali. Alla base della nuova generazione di sensori usati dalla ricerca ci sono nanotubi di carbonio modellati in microstrutture piramidali, che sono risultati particolarmente efficaci nel trasmettere i segnali elettrici.