Cosenza città virtuosa in cima alla classifica di Legambiente e Ambiente Italia

Smart CityUndicesimo posto nella graduatoria finale su 104 città italiane esaminate ma, in pratica, il risultato è quello di primo Comune meridionale in classifica dopo Verbania, Trento, Belluno, Bolzano, Macerata, Oristano, Sondrio, Venezia, Mantova e Pordenone. E’ la lusinghiera posizione che Cosenza occupa nelle indagini conclusive svolte da Legambiente e Ambiente Italia, e consegnate al rapporto Ecosistema urbano che è stato pubblicato oggi in prima pagina dal Sole 24 Ore. Un posizionamento di tutto rispetto che fa balzare positivamente ai vertici nazionali, precedendo Comuni del Nord e, anche, città dell’Emilia Romagna tradizionalmente prese ad esempio in fatto di politiche sostenibili. L’insieme degli indicatori selezionati per la graduatoria copre cinque principali componenti ambientali presenti in una città: aria, acque, rifiuti, mobilità, energia. Tali indicatori consentono di valutare tanto i fattori di pressione e la qualità delle componenti ambientali, quanto la capacità di risposta e di gestione ambientale. In tal modo, si legge negli articoli odierni a corredo della graduatoria conclusiva sul più importante quotidiano economico italiano, i punteggi assegnati in ciascun indicatore identificano, in parole semplici, il tasso di sostenibilità della città reale rispetto a una città ideale. I dati si riferiscono ad indagini compiute nel 2014. Proprio da questo preciso elemento il sindaco Mario Occhiuto prende spunto per commentare: “Quando si tratta di dati che mettono in conto indicatori riferiti agli ultimi anni – afferma – cioè quelli relativi alla nostra attività amministrativa con al centro l’attuazione delle buone pratiche urbane, allora i risultati sono più che positivi. Emerge che Cosenza è fra le città più virtuose d’Italia e questo ci inorgoglisce e ci spinge a fare sempre meglio. La stessa cosa non avviene quando la stampa riprende dati non aggiornati che si riferiscono alle precedenti amministrazioni. Man mano che andiamo avanti con le attività sulle politiche sostenibili che abbiamo messo in campo, dalla raccolta differenziata al riefficientamento della rete idrica fino alle superfici pedonali e alla mobilità, per citare solo alcuni dei settori interessati, riusciamo a conquistare risultati notevoli che ci fanno finalmente conquistare i riflettori nazionali in termini di eccellenza. Cosenza – conclude Mario Occhiuto – è l’unica città del sud che, soltanto dopo pochi anni di attività amministrativa dall’inizio del mio mandato, è riuscita ad ottenere un’altissima percentuale in fatto di qualità della vita. Lo dicono i numeri. Ciò significa che si può davvero cambiare davvero in meglio quando si applicano politiche sostenibili che privilegiano le buone pratiche urbane”.