Chi è Luigi Meduri: il reggino del Pd sottosegretario di Prodi, più volte assessore a Palazzo San Giorgio

La scheda su Luigi Meduri, reggino coinvolto nello scandalo Anas e finito in manette

Luigi Meduri 01Luigi Meduri, 73 anni, reggino, arrestato oggi nell’ambito dell’inchiesta della Guardia di Finanza su presunti casi di corruzione, e’ un politico di lunghissimo corso. Laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista, e’ stato funzionario dello Stato prima e della Regione poi. Militante della Democrazia Cristiana, nel 1975 fu eletto consigliere comunale a Reggio Calabria, carica mantenuta fino al 1990, ricoprendo in diverse fasi l’incarico di assessore comunale alla Pubblica Istruzione ed alla Cultura. Nel 1990 il grande salto alla Regione, con l’elezione in Consiglio regionale per la Democrazia Cristiana. Poi l’ingresso in giunta, come assessore regionale con deleghe al Lavoro, alla Formazione professionale ed alla Pubblica Istruzione. Numerosi gli incarichi amministrativi ricoperti nel partito dello scudo crociato.

Dopo il dissolvimento della Balena bianca, aderi’ al Partito Popolare Italiano. Nelle elezioni regionali del 1995 fu nuovamente Consigliere regionale per poi essere eletto segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale. Il 22 gennaio del 1999 divenne Presidente della Regione Calabria, a seguito di un ‘ribaltone’ che determino’ la sostituzione della maggioranza di centrodestra, fino ad allora guidata dal forzista Giuseppe Nistico’, e l’elezione di un nuovo governo regionale di centrosinistra, presieduto da Meduri e sostenuto dai partiti dell’Ulivo. In occasione delle elezioni regionali del 2000 risulto’ nuovamente eletto Consigliere regionale, carica lasciata nel 2001, quando fu eletto nelle liste dell”Ulivo alla Camera dei deputati, nel collegio uninominale di Locri (Rc). Ritento’ la scalata al parlamento nel 2006, questa volta al Senato, con la Margherita ma non fu eletto, riuscendo ciononostante a ottenere il ruolo di sottosegretario alle Infrastrutture, nel secondo governo guidato da Romano Prodi, aderendo successivamente al Partito Democratico.