Calabria: sul ricorso per l’inibizione del governatore Oliverio deciderà il Tar Lazio

mario-oliverioIl Tar Calabria ha dichiarato la propria incompetenza territoriale per decidere sul ricorso presentato dal governatore Mario Oliverio contro il provvedimento di inibizione di tre mesi inflittogli dall’Autorita’ nazionale anticorruzione. A decidere sulle sorti del presidente della giunta regionale sara’ cosi’ il Tar del Lazio. Lo hanno reso noto i legali di Oliverio. Nel corso dell’udienza, oltre al merito della vicenda, si era discusso della competenza territoriale dei giudici calabresi e, in particolare, se la competenza a decidere spetti al Tar o al Tribunale, decidendo alla fine per la competenza del Tar della Capitale. Il provvedimento di inibizione dalle nomine era stato chiesto dal presidente dell’Autorita’ anticorruzione Raffaele Cantone in relazione alla nomina del commissario dell’Asp di Reggio Calabria, Santo Gioffre’, nomina non consentita dal fatto che lo stesso Gioffre’ si era candidato in precedenza a sindaco di Seminara, Comune ricadente nel territorio di competenza dell’ente. La nomina era stata decisa nel marzo scorso dalla Giunta regionale.