Barcellona P.G, raccolta differenziata: l’1 novembre l’Associazione APS Aria Nuova organizza evento ai Giardini Oasi

12200743_10208118898633929_2055791390_nGiorno 1 novembre, con inizio dalle ore 10, l’Associazione APS Aria Nuova sarà presente presso i Giardini Oasi di Barcellona P.G. per la realizzazione di un evento basato sull’importanza della raccolta differenziata, quale valida alternativa ad altri sistemi di smaltimento dei rifiuti, che consente di ridurre al minimo l’impatto negativo sull’ambiente. L’obiettivo è quello di considerare il rifiuto non come semplice scarto, ma come risorsa: riusare, riciclare e valorizzare i rifiuti dalla carta alla plastica, al vetro, al legno e così via, permetterà di reinserire gli stessi materiali in nuovi cicli produttivi. Quasi tutta la manifestazione sarà rivolta principalmente ai bambini per sensibilizzarli, attraverso giochi, laboratori creativi e musica, ad una corretta raccolta dei rifiuti e al rispetto dell’ambiente, perché puntando su una massiccia ed efficace azione di informazione rivolta in particolare ai più giovani, si potrà avviare un’opera di persuasione verso gli adulti. Per i giovani partecipanti ci sarà uno spazio dedicato all’informazione a cura di personale competente che illustrerà le varie fasi dei processi di trasformazione e riutilizzazione dei “rifiuti”, oltre a fornire le informazioni base sulle modalità della raccolta differenziata. Alla realizzazione della manifestazione, collaboreranno con l’Associazione APS Aria Nuova anche il Comune di Barcellona P.G.- Assessorato Ambiente, la Dusty, responsabile della raccolta differenziata domiciliare, diversi consorzi di filiera (COREPLA, COMIECO, COREVE), l’associazione nazionale FARE VERDE, le Ecopiattaforme di zona Gestam e Caruter, ed infine lo sponsor Saponando, detersivi alla spina per il rispetto dell’ambiente. Gli organizzatori si augurano che l’evento possa toccare davvero la sensibilità dei cittadini verso una tematica sempre più attuale, dal momento che soltanto promuovendo forme di smaltimento dei rifiuti rispettose dell’ambiente si potrà iniziare a ragionare in termini di sviluppo sostenibile, consentendo il soddisfacimento dei bisogni delle generazioni attuali e di quelle future.