Assemblea Usb a Marina di Gioiosa Jonica: “Lsu-Lpu pronti alla mobilitazione”

usbSi è svolta a Marina di Gioiosa Jonica un’assemblea organizzata dalla USB Calabria per affrontare le problematiche dei lavoratori ex Lsu-Lpu, i cui contratti andranno in scadenza il prossimo 31 dicembre. La situazione non è certamente delle più rosee, visto che nella legge di stabilità presentata dal governo, non vi è traccia delle risorse necessarie per la continuazione lavorativa degli ex LsuLpu. L’assemblea che, oltre alla presenza dei dirigenti di USB Aurelio Monte, dell’Esecutivo regionale Calabria, Antonio Trifoli, Domenico Romeo e Cosimo Aiello, dirigenti territoriali USB, oltre che RSU in alcuni comuni della locride, ha registrato la partecipazione di delegazioni di molti lavoratori utilizzati in vari comuni della zona, nonché la presenza di alcuni sindaci che, con il loro intervento, hanno contribuito attivamente a mettere in risalto quelle che sono le problematiche pratiche da risolvere per permettere il rinnovo della contrattualizzazione. In particolare, Antonio Longo, sindaco di Mammola, Salvatore Fuda sindaco di Gioiosa Jonica, Pino Vumbaca sindaco di San Giovanni di Gerace e Maria Tropeano vice-sindaco di Stilo, hanno posto l’accento sul fatto che è necessario un intervento giuridico per estendere le deroghe, già previste per i finanziamenti ministeriali e regionali, anche ai Comuni, in modo che questi possano utilizzare, per quanto possibile, anche proprie risorse; nel contempo, occorre anche procedere alla proroga dei contratti visto che sicuramente non vi saranno i tempi tecnici per interrompere i vecchi rapporti ed iniziarne dei nuovi. La USB, recependo le proposte dei Sindaci, ha invitato i partecipanti a tenersi pronti per una nuova mobilitazione se in sede parlamentare non venissero prontamente inserite le risorse e le deroghe al patto di stabilità, senza le quali i contratti sarebbero impossibili da prorogare. L’Unione Sindacale di Base nel ringraziare i parlamentari calabresi che si sono mostrati interessati ai problemi di questi lavoratori, li invita ad attivarsi per assicurare un esito positivo della vicenda. La USB continuerà, infine, a coinvolgere i lavoratori con altre assemblee in tutta la regione, a partire da quella già in programma la prossima settimana nella piana di Gioia Tauro, per indire lo stato di agitazione e prepararsi, nel caso fosse necessario, allo sciopero della categoria, le cui procedure sono state già attivate.