Argentina al ballottaggio: testa a testa tra il reggino Mauricio Macri e Daniel Scioli

C’è un reggino tra i papabili presidenti dell’Argentina: si chiama Mauricio Macri ed ha origini di Siderno, il 22 novembre ballottaggio decisivo con Daniel Scioli

Mauricio Macri

Mauricio Macri

Un reggino presidente dell’Argentina: non è uno scherzo ma il 22 novembre può essere una realtà. E’ riuscito ad arrivare al ballottaggio, Maurizio Macri, nelle elezioni presidenziali della scorsa settimana. Macri, originario di Siderno, sfiderà il candidato peronista Daniel Scioli, erede di Cristina Kirchne, attuale presidente della patria di Maradona. Scioli al primo turno ha ottenuto il 36,2 mentre Macri il 34,6. Ora al ballottaggio si aprirà uno scenario molto incerto: difatti il terzo classificato, Sergio Massa, ha ottenuto il 21%, il modo in cui si distribuiranno i suoi voti sarà determinate per la vittoria finale.

Ricordiamo che Macri, candidato con la coalizione di centro/destra, è stato sindaco di Buenos Aires ed è noto alle cronache rosa e calcistiche per le sue due più grandi passioni: le donne e il calcio.

Daniel Scioli

Daniel Scioli